Prodotti :: ADESIVO PASSIVANTE

ADESIVO PASSIVANTE

ADESIVO PASSIVANTE

PRIMER AQ

Prodotto a due componenti, a base di resine epossidiche in veicolo acquoso, compatibile con leganti idraulici (cemento).
Campi principali di impiego
Viene impiegato  quale promotore di adesione per rivestimenti resinosi, malte cementizie o malte ottenute con MALTA LIQUIDA, calcestruzzi freschi su superfici cementizie invec-chiate anche lisce, su materiali litoidi o laterizi e sui ferri di armatura.
E’ impiegato anche quale promotore di adesione per cicli epossidici o poliuretanici su fondi umidi. Il prodotto può essere applicato tal quale o  mescolato con cemento Ptl 325 o Ptl 425 e/o quarzo. L’applicazione con spazzoloni è da preferirsi. Può essere applicato anche a rullo. Qualora sia necessario eseguire rasature sottili (1mm circa), il prodotto va miscelato con cemento Ptl 325 o Ptl 425 e quarzo con granulometria 0,06÷0,25 nei rapporti resina/cemento/quarzo 1:1:1 ed applicato con spatola.
In ogni caso, per favorire l’ulteriore sovrapposizione degli altri strati resinosi epossidici o poliuretanici è necessario spolverare a saturazione il prodotto ancora fresco, con quarzo in granulometria 0,06÷0,25.
Il prodotto si applica sempre su superfici compatte e pulite, prive di boiacche, parti friabili, oli disarmanti.

Preparazione delle superfici
L'individuazione della metodologia di preparazione del supporto deve essere oggetto di prescrizioni tecniche del Progettista in relazione alle caratteristiche del supporto stesso (presenza di zone degradate, carbonatate, stato dei ferri presenti, sporcizia ecc.), ed esula dalle finalità di queste note tecniche. Ai soli effetti della "solidità" dell'aggancio dell’ADESIVO PASSIVANTE, si precisa che, la superficie deve essere trattata convenientemente per asportare tutte le parti inconsistenti e non ben aderenti. I ferri devono essere ripuliti dalle croste di ruggine e spazzolati per togliere lo strato superficiale non consistente. La sabbiatura a secco è un valido sistema di pulizia, in taluni casi, e molto adatta per i ferri. La picchetta pneumatica ad aghi è adatta per lavori di rifinitura o preparazione di piccole superfici. Sistemi di preparazione alternativi sono la cosiddetta idrosabbiatura o la scorticatura idraulica ad alta pressione.

Nel caso di impiego generale come promotore di adesione di malte o intonaci di riporto su strutture in muratura o cemento, valgono le stesse considerazioni.